Persuadere e Convincere

Persuadére e Convincere: le differenze fondamentali

Spesso “persuadére e convincere” vengono usate come sinonimi, tuttavia approfondendo le sfumature etimologiche, si può apprezzare una certa differenza che ha conseguenze anche da un punto di vista relazionale.

L’etimologia di persuadére si compone di 2 parole:

  • “per” che può assumere diverse sfumature:  verso, attraverso, intorno ecc
  • “suadere” che significa soave, dolce.  Essa ha la stessa origine indoeuropea della parola inglese “sweet”.

Persuadére significato:

Quindi  persuadére  significa “attrarre soavemente”, “condurre dolcemente a sé ” … Persuadére una persona vuol dire incontrarla armoniosamente.

Convincere dal canto suo deriva da “con” e da “vincere” e significa indurre qualcuno a se attraverso ragionamenti rigorosi, attraverso uno scambio dialettico, attraverso una contrapposizione; vincere l’altro.

Persuadére definizione:

Con un paragone commerciale potremmo dire che persuadére è l’arte di far acquistare, convincere è l’arte di vendere.

Persuadére è attrarre.  Convincere è tirare.

LaPersuasione Emotiva sta proprio in questa differenza: persuadére le persone vuol dire avvicinarle ai propri ragionamenti attraverso l’uso consapevole delle emozioni per suscitare in loro comportamenti di consapevolezza.

In una trattativa per persuadére con le parole capire questa differenza è fondamentale: è la discriminante tra un successo ed un fallimento in ogni tipo di rapporto.

Tra le due, quale preferisci?

Antonio Meleleo