Neuroni Specchio e Persuasione

Neuroni Specchio ed Emozioni

“Il cervello dei bambini è come una spugna” … questa è una frase che ho sentito dire spesso a proposito della capacità dei  piccoli di osservare ascoltare e riprodurre comportamenti degli adulti senza particolare sforzo: imparano per imitazione. Imparano grazie ai neuroni specchio.
Nel 1992 a Parma il Professor Giacomo Rizzolatti e il suo team di ricercatori hanno finalmente capito i meccanismi cerebrali che rendono possibile questo tipo di apprendimento: hanno scoperto i neuroni specchio; e come molte grandi scoperte anche questa è scaturita quasi per caso mentre si stava studiando altro.

Come funzionano i Neuroni Specchio

Pare che i neuroni specchio si attivino quando compiamo una azione o quando osserviamo la stessa azione compiuta da un altro soggetto. L’azione deve essere potenzialmente utile per il soggetto che la osserva e il gesto deve essere finalizzato ad un risultato. Si attivano naturalmente in occasione di azioni che hanno un rapporto con le cose e nell’uomo essi riconoscono sia la singola azione che la sequenza di azioni . Reagiscono anche soltanto ad un’unica sollecitazione sensoriale ad esempio il suono. Per darvi un esempio pensate a ciò che provate quando in estate, in una giornata torrida, sentite il rumore dell’apertura di una lattina ghiacciata della vostra bevanda preferita che vi fa aumentare la salivazione e vi fa venire voglia di prenderne una anche per voi … 🙂

Neuroni Specchio Empatia

Ma non solo, pare che questi neuroni, che sono distribuiti un po’ in tutte le aree del cervello, siano responsabili anche della famosa EMPATIA, cioè della capacità di riconoscere le EMOZIONI altrui e di entrare in sintonia con esse. Attivano il sistema limbico del cervello – ippocampo, amigdala, ipotalamo, nuclei talamici anteriori, corteccia limbica, ecc –   che è strettamente connesso anche con un’altra area molto importante per chi si occupa di persuasione:  il nucleo accumbens. Insieme collaborano nei meccanismi di ricompensa o punizione, cioè nei meccanismi che portano alla presa di una decisione in base a reazioni emozionali.

Neuroni Specchio e Persuasione

Ma allora una corretta stimolazione dei neuroni specchio mi consente di persuadere più facilmente le persone?   Esatto! Questa è una delle frontiere del neuromarketing:  comprendere come costruire una comunicazione che sia la più efficace possibile per stimolare comportamenti di acquisto. Maggiore sarà la precisione  rispetto al target, maggiore sarà l’efficacia degli investimenti, il famoso ROI (return on investment)

Neuroni specchio e linguaggio

I neuroni specchio veicolano i messaggi dall’esterno e sono alla base del comportamento sociale degli individui e determinano anche gli stati d’animo. Le abitudini sociali diventano così una fonte importante di condizionamento degli individui. Sorridere, essere gentili, la cordialità sincera sono contagiosi, come lo sono la tristezza, l’inganno, la schadenfreude (una emozione simile alla cattiveria).

Pertanto esprimere stati d’animo negativi in presenza di persone che non c’entrano nulla è altrettanto scorretto dell’emanare un cattivo odore perché la nostra faccia affligge anche gli altri. Questo aspetto però, pare che nel galateo non sia compreso come atto riprovevole. Secondo me avere la faccia da antipatico (o peggio)  è molto maleducato!

Vi sarà capitato di arrivare in luoghi paesaggisticamente molto belli dove non vi siete sentiti a vostro agio. Ebbene, spesso dipende dalle facce delle persone che avete incontrato in giro per le strade, nei negozi, al mercato. Il posto è bello, le persone sembrano gentili … ma c’è qualcosa che non vi fa stare bene. La prossima volta provate a osservare attentamente  i dettagli delle emozioni che sono rappresentate sui volti di chi avete incontrato: capirete finalmente perché provate quel che provate e potrete a questo punto isolare il senso di malessere, rimuoverlo e godervi la vacanza.   Ahhh … a proposito, in casa vostra o nel vostro ufficio che emozioni esprimono i volti delle persone?

Ricordatevi un segreto per stare bene: le Emozioni sono contagiose, nel male e nel bene, quindi se lo volete potete contagiare gli altri di gioia, serenità e  allegria e starete meglio per primi voi

Buona vita a tutti!

Antonio Meleleo