Come gestire la rabbia: semplici consigli utili

gestire la rabbia

La rabbia si può disinnescare!

Per poter gestire la rabbia possiamo anzitutto pensare alla rabbia emozione primaria, cioè una di quelle che abbiamo in dotazione già appena nati.

In questi anni ho incontrato tante persone arrabbiate che a loro volta hanno incontrato altre persone arrabbiate … (io tengo molti corsi ai consulenti finanziari e dal 2008 la situazione di crisi e comportamenti non sempre virtuosi hanno causato un esacerbarsi di questa emozione). Quindi gestire il sentimento rabbia nelle sue diverse forme di manifestazione e nei sui diversi gradi (irritazione, ira e collera) è diventata per me una pratica quotidiana… quella che io a volte definisco “il muro del pianto”: dove, purtroppo,  il muro sono io.

Gestione della rabbia: piccole “trovate”…

Ebbene ho potuto osservare un fenomeno interessante. Una piccola scoperta che mi ha fatto riflettere sul fatto che la rabbia possa essere disinnescata appena si manifesta e in alcuni casi addirittura prevenuta: quindi, come non arrabbiarsi?

Ho notato che, pur essendo una emozione preinstallata nel sistema operativo umano, essa è per così dire,  derivata. La rabbia, cioè, deriva dalla mancata gestione di un’altra emozione primaria: di solito la frustrazione.  Rabbia e frustrazione sono quindi collegate, questo significa che, in età adulta,  si può addirittura gestire la rabbia più facilmente.

Facciamo un semplice esempio. Quando un neonato prova frustrazione perché ha fame, la reazione naturale è quella di trasformarsi in una piccola aquila urlatrice che si calma solo nel momento in cui arriva la pappa e cessa la frustrazione. Negli adulti questo tipo di meccanismi possono essere gestiti (a dire il vero ho un caro amico australiano, John Q. scienziato nel mondo del trattamento dei prodotti petroliferi, che nonostante abbia ormai più di 50 anni quando ha fame si comporta ancora come un neonato, e se non mangia immediatamente qualcosa diventa intrattabile, John per fortuna è un caso isolato :-))

Anche la mancata gestione delle altre emozioni primarie quali la paura, il dolore e il disgusto può causare attacchi di rabbia: se si riesce ad individuare qual è l’emozione che ci sta scatenando l’inferno allora si saprà come controllare la rabbia.  Quindi il trucco per capire come calmare la rabbia sta nel riuscire a gestire l’emozione che ne ha causato l’origine e riuscire a controllare la rabbia.

Agendo in questo modo, con un po’ di allenamento, scoprirete come calmarsi durante un attacco di rabbia e potrete avere nel tempo il controllo della rabbia in un modo che neanche voi potevate immaginare.

Che cosa fare è chiaro. Come farlo non sempre. Anche per questo è nato Il Me.To.Do. EmoC®.

Come gestiamo le nostre emozioni  fa la differenza per una vita migliore…

Buone Emozioni!

Antonio Meleleo